Odontonetwork - Oral Health Care Management
service provider for axa ppp healthcare

Nuove norme aumentano la professionalità del settore

La prevenzione in odontoiatria - Odontonetwork Genova - Nuove norme

Il 2017 ci ha mostrato i frutti di un lavoro lungo anni, portato avanti da una categoria che è riuscita a ricompattarsi dopo un passato tormentato da divisioni e a muoversi, almeno per quanto riguarda l’attività lobbistica fuori e dentro il Parlamento, con un fronte comune. Sono queste le radici del tanto atteso stop al fenomeno dell’abusivismo professionale, che alimenta un esercito di concorrenza sleale coperto da un atteggiamento permissivo che durava da troppo tempo.
La Legge Lorenzin approvata allo scadere della legislatura ha finalmente introdotto pene severe, come richiede la gravità del fatto, per abusivi e prestanome. Chi ha studiato, si è aggiornato e ha lavorato in scienza e coscienza, deve esultare per questa conquista, la cui tardività non ne scalfisce il valore. Un valore che è, insieme, morale ed economico, nel senso più ampio del termine. Ripulire il settore dall’assurdo fenomeno dell’abusivismo, tollerato per troppo tempo persino all’interno della categoria, contribuirà anche a dare una bella ripulita all’immagine dell’odontoiatra, spesso calpestata e tenuta a forza ai margini della medicina. Operare in un contesto di legalità diffusa è la precondizione per lo sviluppo di qualsiasi attività economica e per far emergere l’eccellenza della rete di studi monoprofessionali, così capillari su tutto il territorio nazionale e inseriti in un mercato ultracompetitivo che richiede sempre più professionalità, ad ogni livello.
Una professionalità che avranno, finalmente, anche gli assistenti di studio odontoiatrico grazie all’approvazione del nuovo profilo Aso, che imposta un percorso formativo utile prima di tutto ai titolari di studio, che presto troveranno sul mercato del lavoro delle persone con un minimo di preparazione, in grado di supportarli con cognizione di causa nel lavoro quotidiano. A fianco del dentista non ci sarà più un assistente improvvisato, sottoqualificato e totalmente da formare, che fino al giorno prima si spendeva in un lavoro qualsiasi.
Naturalmente i problemi non sono finiti, ma essere riusciti a mettere la spunta a qualcuno di questi è davvero un bel modo per iniziare l’anno. Ora sotto con la lotta alla burocrazia (che impatta davvero sulla vita del dentista medio) e con una rinnovata attenzione verso i giovani, soprattutto quelli che lavorano nelle grandi e variegate strutture odontoiatriche. Andi, che con 25mila iscritti è di gran lunga il più grande sindacato dei dentisti, riuscirà a rappresentare e tutelare anche questi colleghi? Ce ne accorgeremo presto nella dialettica pre-elettorale che ci porterà, tra marzo e maggio, alle elezioni provinciali, regionali e nazionali dell’Associazione nazionale dentisti italiani.

logo NUOVE NORME AUMENTANO LA PROFESSIONALITA’ DEL SETTORE – FONTE: DENTALJOURNAL.IT – ARTICOLO DI ANDREA PEREN

nuove norme nuove norme nuove norme nuove norme